venerdì 18 gennaio 2019     |
CALL FOR PAPERS

In questa pagina è possibile visualizzare le call for papers italiane e straniere. Gli utenti registrati possono aggiungere direttamente una call cliccando - dopo aver eseguito l'accesso con User e password, sul triangolino che comparirà in alto nella finestra qui sotto e scegliendo "aggiungi una nuova riga".

 

Si ricorda che, per una migliore efficacia, è utile inserire la call  anche in GEOCALENDARIO.

 CALL FOR PAPERS - cliccare sulla lente a fianco per il testo completo Riduci

Back
Titolo call: L'emigrazione politica ed antifascista tra le due guerre mondiali.
Testo call:

RIVISTA AMMENTU
Bollettino Storico, Archivistico e Consolare del Mediterraneo


Tema di ricerca: emigrazione politica ed antifascista tra le due guerre mondiali.
Scadenza per invio proposte: 15 settembre 2011
Lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, catalano, portoghese.

L’Associazione Centro Studi sulla Sardegna e sui rapporti storici, culturali, sociali ed economici con l’Europa e l’America Latina, meglio nota come Centro Studi SEA, si è costituita nel dicembre 1998 a Villacidro, comune della provincia sarda del Medio Campidano, iniziando a svolgere la propria attività di ricerca scientifica tra il 1999 ed il 2000 con l’organizzazione di un convegno nazionale sulle Visite Pastorali e le Relationes ad Limina. Contemporaneamente si avviarono nuove ricerche sulla storia del movimento sindacale nella Sardegna meridionale e sulla strage nazista delle Fosse Ardeatine, cave dove furono trucidate 335 persone, tra cui 9 sardi. A partire dal 2000 il Centro Studi SEA ha aperto ricerche sulla storia dell’industria mineraria e del movimento operaio e sindacale nel Guspinese-Villacidrese dal Settecento al Novecento, sulla storia del movimento sindacale in Sardegna, sull’emigrazione politica dei sardi in Argentina tra gli anni venti e gli anni trenta del Novecento e sull’Ebraismo ed i rapporti con le culture del Mediterraneo. Più recentemente, sono state avviate ricerche sulla ricostruzione dell’attività sindacale della FIOM CGIL di Cagliari dal 1960 ad oggi, sull’emigrazione italiana e sarda in Uruguay e nelle Americhe dalla fine dell’Ottocento al secondo dopoguerra, sui rapporti tra Chiesa e società e sull’attività politica e sindacale dei sardi emigrati in Uruguay e negli Stati Uniti d’America nel Novecento, assieme al più ampio fenomeno dell’emigrazione dalle isole del Mediterraneo occidentale in America Latina tra XIX e XX secolo. Frutto di quest’intensa attività di ricerca è stata una ricca produzione bibliografica, consultabile sul sito www.centrostudisea.it dove viene presentata l’intera attività del Centro, affiancata dall’organizzazione di vari convegni internazionali, ultimo dei quali è stato quello tenutosi nel novembre 2010 sui rapporti tra Sardegna e Uruguay. Inoltre, negli anni 2005-2010, per conto della Provincia del Medio Campidano, il Centro Studi SEA ha avviato e coordinato l’Osservatorio Provinciale sui Flussi Migratori.

Sulla base di questa ricca esperienza, è nata la rivista on-line Ammentu, parola sarda che richiama il tema del ricordo e della memoria, ospitata nello spazio web del sito del Centro Studi SEA, nella forma del Bollettino Storico, Archivistico e Consolare del Mediterraneo.
La cadenza della rivista sarà annuale e la sua prima uscita è prevista per il 31 dicembre 2011.
La rivista prevede la trattazione di temi particolari organizzati nella forma di focus e dossier.
Le norme redazionali della rivista Ammentu ed ulteriori informazioni sono consultabili e scaricabili dal sito www.centrostudisea.it alla sezione “Rivista Ammentu”.

Per il primo numero il dossier sarà dedicato al tema dell’emigrazione politica ed antifascista tra le due guerre mondiali, traendo spunto da alcune importanti linee di ricerca del Centro Studi SEA: l’emigrazione e l’antifascismo.

Le proposte di collaborazione con la rivista sul tema in oggetto potranno essere redatte in lingua italiana, inglese, francese, spagnola, catalana o portoghese e trasmesse all’indirizzo ammentu@centrostudisea.it entro il 15 settembre 2011, allegando un abstract di massimo 200-300 parole ed un breve Curriculum Vitae.

Una volta concordata la pubblicazione, gli articoli dovranno avere una lunghezza massima non superiore alle 80.000 battute (spazi e note inclusi) ed essere trasmessi alla Redazione di Ammentu entro il 31 ottobre 2011, così da permetterne la pubblicazione per il prossimo mese di dicembre. I testi inviati alla Redazione saranno trasmessi in forma anonima ad un comitato di lettura specializzato nell’ambito di pertinenza del soggetto proposto. La redazione informerà gli autori sugli esiti della lettura.

Deadline: 15/09/2011
Italia/Estero: Italia
Paper/Libro/altro: Altro

Modificato il : 10/08/2011 11.06 Modificato da: Giampaolo Atzei
Creato il : 10/08/2011 11.06 Creato da: Giampaolo Atzei

Syndicate   Stampa   
CopyLeft (cL) www.luogoespazio.info (placeandspace.info) [citare questa fonte]   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso